Con l’avanzare dell’età, gli integratori alimentari di zinco svolgono un ruolo importante. Infatti, lo zinco intervine nella difesa dai virus, nella prevenzione del cancro, nel supporto del sistema immunitario e nel controllo dell’infiammazione associata a molti problemi di salute, inclusi i disturbi autoimmuni e il diabete.

Le cellule che costituiscono il sistema immunitario sono particolarmente vulnerabili alla carenza di zinco. Lo zinco svolge un ruolo essenziale nella protezione di queste cellule dallo stress ossidativo. Aiuta anche a riparare i danni al DNA.

Un recente studio, ha evidenziato quanto sia importante l’integrazione di zinco nella dieta. Precedenti indagini, inoltre, hanno messo in risalto che, sia nell’uomo che negli animali, la carenza di zinco può portare dei danni al DNA. Danni che, a loro volta, sono collegati a un rischio più elevato di cancro. Lo studio più recente, effettuato da alcuni ricercatori americani, ha collegato la carenza di zinco con l’infiammazione sistemica.

Sulla base delle loro scoperte in uno studio sugli animali, i ricercatori hanno notato che il meccanismo con cui viene trasportato lo zinco è interrotto e ostacolato da cambiamenti epigenetici legati all’età o cambiamenti nella struttura del DNA. La carenza di zinco in queste vie può portare a un maggiore tasso di metilazione del DNA. Inoltre, può generare modifiche dell’istone che sono, a loro volta, correlate allo sviluppo del cancro.

È stato evidenziato che il trasporto di zinco era significativamente disregolato negli animali più anziani. I test hanno mostrato, inoltre, che erano carenti di zinco e avevano un’intensificazione della risposta infiammatoria, anche se la dieta degli animali presumibilmente conteneva molto zinco. Tuttavia, quando agli animali sono state somministrate circa dieci volte il fabbisogno alimentare di zinco, l’evidenza dell’infiammazione è stata ripristinata all’equivalente di un animale più giovane.

Perché dovresti considerare di assumere gli integratori di zinco

Ulteriori studi hanno dimostrato che le persone con un’età più avanzata, quindi il popolo di anziani, non ottiene un’adeguata quantità di zinco dalla loro dieta. Le persone anziane sono la popolazione in più rapida espansione nella nostra penisola italiana. Purtroppo, sono coloro i quali hanno un’altissima probabilità di avere, nel loro organismo, una grave insufficienza di zinco.

Non solo gli italiani anziani non ottengono abbastanza zinco dalle fonti alimentari, ma spesso non lo assorbono nemmeno. Dunque, il rischio di carenza di zinco aumenta con l’età. Inoltre, è associato a una diminuzione della capacità del corpo di ripristinare il danno genetico, insieme a un aumento del danno. Ciò si traduce in un processo “a valanga” che contribuisce al rischio di cancro, nonché all’infiammazione incontrollata che è stata collegata a cancro, artrite e demenza, nonché a malattie cardiache.

Ecco perché hai bisogno di assumere degli integratori di zinco di alta qualità. Questa buona pratica dovrebbe diventare una parte importante del tuo regime di integrazione. Un ottimo prodotto a base di zinco lo puoi trovare online nello shop di erboristeria https://e-secondonatura.com/ con dei prezzi realmente accessibili a tutti.

Gli integratori di zinco migliori sono quelli in grado di fornire questa sostanza sotto forma di zinco monometionina che è più biodisponibile e facilmente assorbibile dal tuo corpo rispetto allo zinco normale.